Come bucare una bottiglia di vetro

Hai in mente qualcosa di creativo e per realizzarlo devi bucare una bottiglia di vetro? Certo, il vetro è fragile e si rompe facilmente se manipolato nella forma scorretta ma con gli attrezzi adatti potrai praticare il foro alla bottiglia senza problemi.

Come bucare una bottiglia di vetro, l’occorrente
Per praticare il foro ti serviranno:

  • Trapano con punta diamantata
  • Occhiali protettivi
  • Pasta adesiva
  • Vaschetta
  • Guanti
  • Carta abrasiva

Come bucare una bottiglia di vetro, la procedura
Prima di iniziare ricordati che le punte diamantate sono delicate e possono rompersi facilmente se non si usano con delicatezza e con cura. Ecco come procedere:

  • sistema la bottiglia sul fianco all’interno di una vaschetta e fissala con alcuni pezzi di pasta adesiva
  • riempi la vasca di acqua fino a sommergere il punto che devi forare
  • inserisci la punta diamantata al trapano della misura che ti occorre: l’ideale sarebbe una punta di ¼ di pollice
  • fai girare il trapano a velocità bassa ( max 600 RPM)
  • avvicina delicatamente la punta diamantata al punto da forare, perpendicolarmente alla superficie
  • mantieni la punta del trapano lubrificata con acqua
  • applica una leggera pressione,facendo sempre attenzione a mantenere una velocità bassa e sollevando frequentemente il trapano per permettere all’acqua di scorrere tra la punta del trapano e il vetro
  • spegni il trapano non appena la punta del trapano penetra completamente nel vetro
  • togli la bottiglia dalla vasca con le mani protette dai guanti
  • ecco la bottiglia perfettamente forata pronta per il suo futuro impiego.

Come bucare una bottiglia di vetro, consigli utili
Nel lavorare  la bottiglia di vetro proteggi sempre mani e occhi con guanti e occhiali adeguati.
Per limitare l’attrito è sempre consigliabile mettere un lubrificante commerciale o acqua tra la punta e la superficie di vetro.  Perfeziona i bordi del foro con carta abrasiva. Assicurati che non ci siano parti taglienti. Esegui il lavoro lontano dai bambini.

 

 

Pubblicato da Anna De Simone il 19 febbraio 2013