in

Come mi sono “ripresa” dopo il parto

Non dimenticherò mai la frase della mia amica Natalia: “crediamo che la gravidanza sia la cosa più difficile e leggiamo tutto, ma nessuno ci dice nulla sul postpartum”. Che motivo! Che i bambini vengono senza un libro di istruzioni che abbiamo sentito in molte occasioni, ma per quanto riguarda il nostro corpo? Quale manuale esiste per “recuperarci” fuori e dentro? “Recuperare” tra virgolette perché il corpo non torna a quello che era. E chi dice il contrario, mente. Il corpo è migliore di prima, è un corpo più coraggioso e più forte perché ha superato la più grande delle prove. E quelli lasciano cicatrici (visibili o meno)! Ora è il momento di trovare la sua nuova versione migliore. I trattamenti viso e corpo aiutano così come la fisioterapia, la dermatologia, i cosmetici, l’esercizio fisico e la nutrizione. Qui raccolgo alcune delle mie pratiche (che possono servirti o meno) e i consigli di chi, per me, è stato il miglior esperto in questa fase complicata ed emozionante.

Il temuto melasma

Ho sempre avuto il melasma ma si è moltiplicato durante la gravidanza perché, inoltre, ho partorito a metà agosto. Sono stato molto coerente con l’uso della protezione solare, ma c’è voluto un trattamento specifico, progettato dal dottor Carlos Morales Raya, dermatologo e direttore del suo omonimo clinico, per invertire il problema. I trattamenti laser personalizzati e la progettazione di una formula master adattata al mio caso sono stati essenziali. Pertanto, la prima cosa che consiglio di brillare di nuovo (anche se ti garantisco che non hai smesso di farlo) è che visiti il tuo dermatologo.

Sedute di fisioterapia benedette

“La paziente arriva in clinica dopo il parto con lombalgia acuta e accorciamento dello psoas iliaco destro. Viene trattato per i punti trigger del quadrato lombare, lo scarico di tutti i piani pelvici e gli stiramenti muscolo-tendinei. ” È così che il mio caso è raccolto nella visita di Elena Gálvez, fisioterapista e direttrice di Sanarte a Torrelodones, un centro che ha aperto le sue porte quasi 18 anni fa e che è stata la mia salvezza prima, durante e dopo la gravidanza. Fondamentalmente, la mia parte bassa della schiena mi faceva male dal peso del piccolo e, poiché tutto stava gradualmente tornando al suo posto, ho sentito disagio all’altezza dell’inguine destro. Ti dico di seguito come andare dal fisioterapista mi ha aiutato.

Quando dovresti andare dal fisioterapista

Il peso del bambino nel grembo materno prende il suo pedaggio e non c’è “pausa pubblicitaria” tra quel momento e quello delle notti insonni e il comfort delle braccia. La maternità ha il suo pedaggio fisico e, quindi, Elena raccomanda di “andare al trattamento di fisioterapia tre settimane dopo il parto”. Inoltre, questo aiuta “il corpo a perdere prima i liquidi accumulati durante la gravidanza“. Secondo l’esperto “si raccomandano anche sessioni settimanali per rilassare il cingolo scapolare poiché per nutrire e dormire il bambino si acquisisce una postura molto ripetitiva, e la madre di solito ha dolore al collo e alle spalle”.

D’altra parte, come spiega il fisioterapista, “il bacino impiega un po ‘a chiudersi, ma il pavimento pelvico deve essere rafforzato per evitare incontinenza e rilassamento”. In questo senso, anche l’esercizio fisico svolge un ruolo importante.

Valutazione del pavimento pelvico

Per sentirmi fisicamente più forte e psicologicamente liberato, avevo bisogno di riprendere l’esercizio il prima possibile. Ecco perché sono andato da Sol Iturbe, fondatore di Integra Physiotherapy and Osteopathy e fisioterapista specializzato in pavimento pelvico presso il Centro Mom&Me di Torrelodones. Per prima cosa ha fatto una diagnosi approfondita per conoscere bene la mia storia medica. Poi una valutazione delle condizioni fisiche e del mio pavimento pelvicoHa confermato che il fatto che mi fossi allenata due giorni alla settimana con uno specialista durante la gravidanza aveva favorito il mio recupero. Mi disse che stava gradualmente recuperando forza nei muscoli del pavimento pelvico e, dopo aver esaminato i retti dell’addome per valutare la diastasi, mi disse che c’era una leggera apertura a livello sopraombelicale ma che questo non mi impediva affatto di riprendere l’esercizio fisico a poco a poco e che, in effetti, mi sarebbe stato bene, In poche parole, l’addome finirà di chiudersi. Mi ha detto che tipo di esercizi addominali erano appropriati per me e quali avrei dovuto lasciare per dopo.

Secondo Sol, dalla quarantena, fare una valutazione del pavimento pelvico “può darci molte informazioni su come la madre si sta riprendendo dopo il parto, se taglio vaginale o cesareo ed essere in grado di guidare il trattamento da seguire durante il suo recupero postpartum.“.

Torna alla formazione

Grazie alla valutazione del pavimento pelvico di Sol, ho potuto riprendere la mia routine di allenamento con Álvaro Díaz Carazo, CEO di DiCA Fit a Torrelodones. Come spiega, “eravamo abbastanza prudenti quando si trattava di applicare sistemi di allenamento che potevano compromettere le capacità fisiche per il resto della giornata”, perché, in realtà, con un bambino, non si finisce mai di allenarsi.

La mia routine durante la gravidanza consisteva nell’allenarmi due ore a settimana con una separazione minima di 48 ore tra una seduta e l’altra, sempre focalizzata su sistemi di tutto il corpo di un’intensità inferiore al 70% della mia capacità di resistenza. Alcuni dei vantaggi di questa formazione (anche se ce ne sono molti altri), secondo Álvaro sono:

  • Facile recupero del peso prepartum
  • Diminuzione del rischio di diabete gestazionale
  • Diminuzione del rischio di preeclampsia
  • Prevenzione della depressione postpartum
  • Riduzione significativa della lombalgia

Quando si riprende la stessa routine dopo il parto (aggiungendo gradualmente intensità), i fattori che sono stati presi in considerazione sono stati:

  • Ridurre il rischio di contravvenire al recupero dalla diastasi postpartum
  • Promuovere il recupero delle capacità mantenute durante la gravidanza
  • Ritrovare la forma fisica

Cosa succede se mi alleno da solo?

Puoi ottenere le cose sopra elencate allenandoti da solo? Sì. Tuttavia, se in condizioni normali il consiglio di un esperto è importante, lo è ancora di più in questo caso. Infatti, come dice Álvaro, “in uno degli allenamenti, abbiamo potuto vedere che la mobilità del bacino era limitata da un dolore lancinante inguinale che poteva essere interpretato come prima di una piccola lacerazione, quindi abbiamo adattato l’allenamento per rafforzare tutti i muscoli che forniscono riposo a quella zona, che aveva già sofferto abbastanza a causa del parto e degli sforzi tipici della maternità”. Più forte ti senti, meglio affronterai il giorno per giorno! Questo è quello che ho pensato mentre andavo in palestra dopo una notte insonne. E poi sono stato molto grato di aver fatto lo sforzo!

L’igiene posturale infinitamente necessaria

Per alleviare la lombalgia e il dolore al collo non solo l’esercizio fisico e la fisioterapia mi hanno aiutato, ma anche il portage. Inoltre, come indicato da Pilar Gerona Baselga, CEO di Somomu, un’azienda di trasporto di zaini realizzati con gusto e cura in Spagna, “il portage aiuta a prevenire la depressione postpartum, perché il contatto diretto tra la madre e il bambino aumenta il livello di endorfine“. Sentirsi bene psicologicamente nel periodo postpartum è fondamentale per ritrovare la forma fisica. Se si allatta al seno, la vicinanza del neonato provoca la secrezione di una serie di ormoni, come l’ossitocina e la prolattina, quindi possiamo dire che il trasporto diminuisce anche il rischio di mastiteInoltre, grazie allo zaino e portando una postura eretta, poteva contrarre l’addome per ritrovare la sua fermezzaCon il bambino in braccio, non è così semplice.

Ho portato lo zaino dentro e fuori di casa soprattutto le prime settimane perché sono riuscito a dormire mia figlia e ho anche riposato in questo modo. Mi ha anche dato molta libertà di fare, comodamente e senza fastidi muscolari, molte cose a casa. Come se non bastasse, mi sono risparmiato la colica del bambino! Da Somomu assicurano che il portage riduce il rischio che i bambini li contraggano. In questo senso, anche l’aiuto di Mamariza è stato importante. Te lo dirò più tardi.

Un viso che funziona

Dopo la gravidanza, la pelle diventa disidratata e, quindi, la tendenza alla comparsa delle rughe è molto maggiore. Per questo motivo, è essenziale focalizzare l’attenzione sulle prime rughe prodotte sulla fronte, sul contorno occhi e sulla zona naso-labiale”, afferma Irene Vilches, creatrice di Visage Total BoosterCome lei stessa sostiene, “le linee di espressione popolarmente conosciute sono la conseguenza di una ripetizione di gesti, molti dei quali fatti inconsciamente quando si sente disagio o dolore a causa dell’eccessiva tensione muscolare nella schiena, nella mascella e nella testa”.

L’esercizio fisico, la fisioterapia, l’igiene posturale, una buona alimentazione, l’idratazione e la cosmesi aiutano ma la stanchezza è spesso ancora percepitaEcco perché mi sono rivolto al trattamento di Vilches. È una soluzione globale per il viso che parte da un rilascio muscolare a livello cervicale e craniofacciale per poi drenare e creare un effetto liftingCombina in modo unico tecniche di chiromassaggio, medicina tradizionale cinese, massaggio lifting e drenanteÈ una terapia manuale che tratta i muscoli come causa funzionale dell’invecchiamento facciale e fornisce risultati molto significativi fin dalla prima seduta. Il massaggio è a casa e dura 50 minuti. Se li trovi, non rinunciare a provarli.

Terapie manuali e apparecchi

“Si raccomanda che le donne incinte che vogliono recuperare la loro figura, si mettano nelle mani di un buon specialista dopo il parto poiché l’ideale è iniziare a trattare il prima possibile per ottenere i migliori risultati”. Queste sono le parole di Sofía Villarroel, CEO di The Tox.

Seguendo il suo consiglio, ho preso un appuntamento al centro per ottenere un The Tox Loves Indiba, un trattamento di 90 minuti che combina Indiba Edna Pro riducendo il massaggio e la radiofrequenza a:

  • Stimolare le aree di grasso accumulato
  • Linfonodi aperti
  • Eliminare le tossine
  • Migliora la ritenzione idrica
  • Attiva la circolazione
  • Ridurre, rimodellare e migliorare la cellulite, l’aspetto della pelle, la sua compattezza e luminosità
  • Aumentare la temperatura dei tessuti e l’attivazione cellulare
  • Migliora la sintesi di collagene ed elastina
  • Migliorare il flusso sanguigno

Ho notato i risultati della prima sessione.

Avere un bell’aspetto per sentirsi meglio

“Dopo la gravidanza, anche le unghie subiscono cambiamenti significativi, mostrando in alcuni casi deboli e fragili, a causa dello sforzo fisico e mentale e della diminuzione di vitamine e minerali nel corpo”. È così che Paola Montero Roldán, CEO di Pam Nails, ha confermato i miei sospetti. È stata lei a consigliarmi di eseguire una buona manicure per rimuovere tutta la cuticola e il perige che si crea durante la gravidanza oltre ad applicare il trattamento IBX con cui, attraverso la luce inflata in modo che il prodotto penetri meglio, l’unghia guarisce dall’utero. “Nel periodo postpartum, la cosa principale è guarire dall’interno perché ci mancano vitamine e minerali”, mi ha detto Paola. Mi ha anche raccomandato:

  • Ricorso all’integrazione vitaminica come la biotina
  • Idratare profondamente le mani con crema e olio
  • Bere molta acqua

Ci sono integratori alimentari che aiutano notevolmente a riportare i capelli e le unghie alla loro forza nel periodo postpartumHo seguito i consigli di Paola e del mio ginecologo e, proteggendo anche le unghie con i trattamenti consigliati, ho notato molta differenza in pochissimo tempo. Nel mio caso, anche i granelli bianchi sono apparsi a causa della mancanza di calcio e hanno anche applicato una base di rinforzo che lo conteneva.

Ostetrica a casa i primi giorni

“I dubbi più banali possono diventare enormi e se hai qualcuno da consultare, la strada diventa più facile“, così pensa Alejandra Carbajall, ostetrica e CEO di Mamariza, un servizio che ho avuto la fortuna di avere e che presta attenzione alle mamme quando tornano a casa con il loro bambino per risolvere tutti i possibili dubbi: Dall’allattamento al seno o al bagno del piccolo al massaggio per evitare coliche o calmare il suo pianto e aiutarlo a dormire. Alejandra tornava a casa per un’ora o un’ora e mezza ogni giorno durante la prima settimana e il suo aiuto era tale che ancora oggi di solito la chiamo fata madrina.

Allattamento al seno e supporto psicologico

Grazie ad Alejandra, sono stato in grado di allattare Julieta fino all’età di cinque mesi. Grazie a lei ho anche capito che, come dice lei, “ci sono mille miti e mille dubbi”. “Quante volte abbiamo sentito la frase ‘il tuo latte non è di qualità’? O “non hai abbastanza latte” o “va bene perché all’inizio fa un po’ male”. Questi sono alcuni dei miti sull’allattamento al seno “, dice. “È essenziale che questi miti e molti altri siano conosciuti, così come è importante per le donne sapere che, se vogliono, praticamente tutte le madri possono allattare al seno e produrranno il latte di cui il loro bambino ha bisogno e “inviarli” attraverso la loro suzione (ci sono pochissimi casi di vera ipogalattia)”, afferma l’esperto. Siamo il miglior cibo per i nostri piccoli e ogni volta che vogliamo possiamo trovare una soluzione per ottenere l’allattamento al seno che vogliamo “, dice.

Ognuno è libero di scegliere il modo in cui nutrire il proprio bambino e sta bene. Nel mio caso, penso che l’allattamento fisico e psicologico sia stato un successo e apprezzo la consulenza professionale del team Mamariza e il supporto che, psicologicamente, mi hanno dato in tutte quelle occasioni in cui, come esordiente, mi sono sentita sopraffatta.

Mangiare bene per te e per lui

Non ho modificato la mia dieta nel periodo postpartumHo semplicemente continuato a dare priorità al consumo di frutta di stagione, verdura, cereali veramente integrali, proteine di qualità e grassi sani. Ho evitato farine raffinate e ultra-lavorate, come sempre e, naturalmente, ho scartato zucchero e altri alimenti che devono essere evitati per condurre una vita sana.

Su consiglio del mio ginecologo, ho iniziato con l’assunzione giornaliera di probiotici specifici per il periodo dell’allattamento e aumentato l’apporto proteico. Anche ferro e vitamina C. In questo senso, ti consiglio di consultare il tuo medico cosa può venire meglio a te e al bambino.

In termini di capillare, less is more

Erano passati tre mesi dal parto e pensavo di essermi liberata della tanto discussa perdita di capelli dell’allattamento al seno. Tutt’altro. E non mi pento di aver deciso di tagliare per i sani. La mancanza di idratazione e la diminuzione di vitamine e minerali non è solo evidente nelle unghie ma anche nei capelli, quindi hodeciso di tagliare ciò che era necessario (con mio grande rammarico perché sono fedele alla lunga criniera) e ho visto rapidamente che è diventato più forteInoltre, ho deciso, alla Hailey Bieber, di abbandonare i riflessi, che spesso seccano molto i capelli, e lasciare che i capelli beneficino delle proprietà delle tinture vegetali. E ho usato una lozione anti-caduta dei capelli che mi ha aiutato molto. Questo, infatti, era solo uno dei prodotti che ho incluso nella mia borsa da toilette. Ve li mostro tutti!

Lozione anticaduta

Arricchita in creatina, tetrapeptide e vitamine, la lozione anticaduta Ducray Creastim fornisce una risposta adatta alla caduta occasionale dei capelli. Così, i capelli vengono rafforzati e ridensificati, la caduta rallenta e, di conseguenza, la massa capillare aumenta. Prezzo: 49 euro

Anticellulite

Natural Anti-Cellulite Oil 910 Body Sculptor lavora per bruciare il grasso localizzato, rassodare i tessuti e ridurre il volume. È realizzato con i più selezionati e puri oli essenziali botanici e naturali, in modo da poter godere di un efficace massaggio anticellulite senza uscire di casa. Prezzo: 59 euro

Pelle più luminosa

Endocare Radiance C Ferulic Edafense Serum si assorbe rapidamente senza lasciare residui di grasso e donando alla pelle una finitura vellutata che la protegge dai danni causati da fattori di stress ambientali (radicali liberi, inquinanti urbani tra cui ozono e luce blu). Fornisce anche luminosità e lo ringrazierai per affrontare la fatica. Prezzo: 55,92 euro

Bende sugli occhi

Per ridurre i segni di affaticamento e ridurre visibilmente le occhiaie, niente di meglio di Lotus Melight Eye Patch di BoutijourContengono Alpha-Melight, una formula brevettata derivata da ingredienti di origine naturale, che aiuta a sopprimere la produzione di melanina e schiarire la carnagione. Gli estratti di dieci ingredienti naturali, miscelati per fornire un effetto idratante e brillante, lavorano per ridurre le preoccupazioni sulle macchie scure delle occhiaiePrezzo: 69 euro

Attenua le macchie

SkinCeuticals Discolorion Defense Corrective serum minimizza i segni visibili di iperpigmentazione cutanea di vario tipo, come macchie brune o segni post-infiammatori persistenti. È ideale per la stratificazione con altri prodotti per la cura senza congestionare i pori. L’applicatore di pipette offre un utilizzo rapido e semplice. Prezzo: 106 euro

Ama te stesso

Ora che, fortunatamente, attribuiamo sempre più importanza alla salute mentale, il consiglio più importante che ti do (e ti darò) è di accettare e amare te stesso. Solo così funzionano le creme, solo così potrai mantenere un buon rapporto con il cibo, solo allora ti sentirai motivato a riprendere l’attività fisica e solo così potrai rilassarti quando troverai un po’ di tempo per assistere ad uno qualsiasi dei trattamenti qui menzionati. La casa non inizia con il tettoSei sempre il primo. E se stai leggendo questo, è perché sei stata o sarai una mamma, quindi congratulazioni!

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Come preparare la frittata di patate perfetta

I vizi inconfessabili della dieta di Hailey Bieber