in

Cosa Sono i Punti Neri?

I punti neri sono un problema comune della pelle che quasi tutti abbiamo. Sia che la tua zona T ne sia piena o che ne spuntino occasionalmente alcuni intorno al naso, questa fastidiosa preoccupazione per il viso è comune quanto si può.

Un’altra cosa universale sui punti neri? Il desiderio di spremere e schiacciare. Confidaci, capiamo: Spremere i punti neri è sia incredibilmente allettante che incredibilmente soddisfacente. Ma la dura verità è che non farà bene alla tua pelle e, in breve, gli esperti sconsigliano vivamente di farlo. Continua a leggere per scoprire perché i dermatologi dicono che non dovresti schiacciare i tuoi punti neri, più i loro metodi approvati da provare invece, sia per prevenirli che per sbarazzartene quando si presentano.

Cosa Sono i Punti Neri?

Un “punto nero” è un comedone aperto, ossia un poro o un follicolo pilifero che è stato ostruito con sebo, cellule morte e batteri,” spiega la dermatologa certificata Melanie Palm, MD. “Nei punti neri, il comedone è stato esposto all’aria, che ossida il sebo intrappolato e le cellule morte della pelle e conferisce al poro ostruito un colore marrone scuro o nero.” Questo è notevolmente diverso da altri tipi di acne, come i punti bianchi (che sono comedoni chiusi) e l’acne infiammatoria (come brufoli e eruzioni cistiche).

Dovresti Schiacciare i Punti Neri?

Anche se schiacciare i punti neri può essere allettante, tutti gli esperti con cui abbiamo parlato ci hanno detto che non dovresti cedere. “Non raccomando di estrarre o schiacciare i punti neri, per quanto possa essere allettante,” consiglia il dermatologo certificato Dustin Portela, DO. “Farlo può effettivamente peggiorare il punto nero, per non parlare del dolore, delle cicatrici e dell’irritazione ulteriore.” Detto ciò, consultare un professionista esperto (come un’estetista autorizzato) che è formato per l’estrazione corretta dei punti neri è del tutto accettabile – non farlo correttamente è ciò che è problematico, osserva Palm. Se proprio non riesci a resistere all’impulso, suggerisce di usare (mani pulite) avvolte in un fazzoletto per le estrazioni domiciliari, piuttosto che estrattori o altri dispositivi, che possono forare e cicatrizzare la pelle.

Come Prevenire i Punti Neri

“I punti neri sono causati dai pori ostruiti, quindi la prevenzione consiste nel mantenere i pori liberi,” dice Palm. Per farlo, la cosa più semplice, facile e importante che puoi fare è semplicemente mantenere la pelle pulita. “Lava il viso due volte al giorno, oltre che dopo sudorazioni eccessive,” spiega Portela. “Questo impedirà sia all’olio che alle cellule morte di accumularsi all’interno dei follicoli piliferi.” Puoi usare il tuo detergente abituale, o uno che contenga un ingrediente esfoliante come l’acido salicilico – ci piace il CeraVe SA Salicylic Acid Cleanser.

Assicurati di esfoliare regolarmente, anche. Entrambi i dermatologi con cui abbiamo parlato consigliano esfolianti chimici, come i retinoidi, l’acido glicolico e, di nuovo, l’acido salicilico. Questi sono più delicati degli esfolianti fisici come gli scrub, quindi puoi prevenire e trattare i punti neri senza causare danni inutili alla pelle.

Come Rimuovere e Trattare i Punti Neri

Portela consiglia di esfoliare due o tre volte alla settimana per aiutare a rimuovere i punti neri esistenti. Proprio come per la prevenzione, l’acido salicilico è una scelta eccellente qui. “Questo acido beta idrossi è superiore per trattare i punti neri perché è folliculotropico, il che significa che può penetrare nel follicolo pilifero e nella ghiandola sebacea e arrivare dove iniziano i punti neri,” dice Palm. Da lì, può rompere e sciogliere l’eccesso di olio che contribuisce all’ostruzione. Trovalo nel Cetaphil Gentle Clear Triple-Action Acne Serum.

Anche i retinoidi sono un’altra buona scelta per trattare i punti neri, poiché bilanciano il modo in cui la ghiandola sebacea nel follicolo pilifero si svuota, aggiunge Palm. Consiglia di usare un gel di adalapene, come il Differin Acne Treatment Gel. Tieni presente che questi ingredienti possono rendere la tua pelle più fotosensibile, quindi è più importante che mai usare una crema solare a larga protezione con almeno SPF 30 ogni singolo giorno.

Se hai bisogno di un’ulteriore spinta per la rimozione, Portela dice che le strisce per i pori (come le strisce Biore Deep Cleansing Pore Strips) sono ok da usare, purché lo faccia solo una o due volte al mese. Possono essere abrasive sulla pelle (insieme ad aderire e rimuovere i punti neri, rimuovono anche alcune delle cellule della pelle), quindi un uso eccessivo può causare irritazione. Tieni presente che, sebbene siano un ottimo rimedio rapido, se non stai utilizzando il piano di prevenzione sopra menzionato per mantenere i pori liberi, quei punti neri alla fine torneranno dopo averli sottratti.

Anche se i punti neri possono essere frustranti e capiamo la tentazione di schiacciarli, dovresti lasciare l’estrazione manuale ai professionisti, poiché cercare di schiacciare i punti neri da solo può causare danni ulteriori alla tua pelle. Invece, l’incorporare prodotti esfolianti con retinoidi o acido salicilico nella tua routine di cura della pelle a casa – e sì, la striscia per i pori occasionale se vuoi – è la tua migliore scommessa.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Le Spugne Konjac: Un Metodo Antico ed Efficace per la Pulizia della Pelle

Usare lo Shampoo Come Detergente per il Corpo in un’Emergenza?