in

Chi è Mirko Zanni, bronzo alle Olimpiadi di Tokyo 2020

Mirko Zanni è un sollevatore di pesi italiano che, nel corso delle Olimpiadi di Tokyo 2020, ha vinto la medaglia di bronzo.

È il quinto atleta italiano ad aver conquistato una medaglia durante i Giochi di quest’anno; prima di lui, l’Italia si è aggiudicata altri due bronzi (Giuffrida nel judo e Longo Borghini nel ciclismo), un argento (Samele nella sciabola individuale) e un oro (Dell’Aquila nel taekwondo).

Mirko è alla sua prima Olimpiade della carriera… ma cosa sappiamo di lui? Conosciamolo un po’ meglio 😉

Biografia e carriera

Mirko Zanni è nato a Pordenone il 16 ottobre 1997.

Ha iniziato la sua carriera agonistica presso la Pesistica Pordenone ed è allenato da Dino Marcuz, noto preparatore di altri campioni della disciplina.

Si afferma, a livello giovanile, nel 2014 durante i Giochi olimpici di Nanjing, quando conquista la medaglia di bronzo nella categoria 62 chilogrammi.

Mirko Zanni durante Nanjing 2014

Nel 2017 vince l’argento agli europei di Spalato e il bronzo ai mondiali di Anaheim nella categoria 69 kg.

L’anno dopo ha fatto parte della spedizione italiana dei Giochi del Mediterraneo di Tarragona 2018, dove vince l’argento nella categoria 69 chilogrammi.

Nel 2019 partecipa gli europei di Batumi e vince il bronzo nella categoria 67 kg.

Nel luglio 2021 è a Tokyo per i Giochi olimpici estivi e vince la prima medaglia olimpica della carriera, realizzando anche il record italiano dopo aver sollevato 322 chilogrammi.

Grazie al suo successo, l’Italia torna a vincere nel sollevamento pesi dopo 37 anni di assenza.

Vita privata

Non si sa nulla circa la vita privata di Mirko Zanni. Tutte le notizie sul suo conto riguardano infatti i successi sportivi mentre sulla sua vita fuori dalle palestre non si trova niente.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Chi è Odette Giuffrida, bronzo alle Olimpiadi di Tokyo 2020

Chi è Nicolò Martinenghi, bronzo Olimpiadi di Tokyo 2020